Archivio mensile:maggio 2015

Le parole dei Novesi – VII

di NATALE MAGENTA

l’ugéin…

Si tratta di un piccolo frammento di un’antica tiritera in dialetto novese, ormai del tutto dimenticata e che anche le persone più anziane non conservano fra i loro ricordi. Prima che finisca tristemente nell’oblio, mi piace anche documentarne il breve motivo musicale che l’accompagnava, così come ancora settant’anni fa mi veniva canticchiato dalla nonna paterna Maria Clementina Cabella. Il testo completo è il seguente:

l’ugéin, l’ugéin, l’ugèta

l’ugéin dèe cavagnö’

Questo il motivo musicale:

spartito musicale

(trascrizione di P. Demicheli) Continua a leggere


Pubblicato in costume e società, storia di novi con i tag il .

Incoronazione della Lacrimosa (4-5-6 agosto 1905) Aspetti diplomatici

di FAUSTO MOGNI

E’ una pagina di storia modesta, volutamente sommessa, ma importante, rimasta per un secolo tra le carte quasi ignorate della Collegiata di Novi.

Nel fotografare, per gentile concessione del parroco don Franco Zanolli, quanto più materiale potesse servire a documentare il grandioso avvenimento dei giorni 4-5-6 agosto 1905 (L’Incoronazione Vaticana della statua della Lacrimosa), ha attirato la mia attenzione un particolare passo della minuta di manifesto che la Masseria approntò a ringraziamento della partecipazione alla grande cerimonia in cui figuravano le parole: “concordia tanto desiderata tra i poteri della Chiesa e quelli dello Stato. Civili ed ecclesiastici. Continua a leggere


Pubblicato in costume e società, religione con i tag il .

Austro-Russi e Francesi in Valle Scrivia Il cartario Grattarola (1799)

di GIAN MICHELE MERLONI

Il cartario, conservato nell’Archivio di Stato di Torino (A.S. To)1, comprende le missive informative o fogli di notizie, inviate da Valerio Grattarola2, già segretario comunale di Serravalle alle superiori autorità regie di Tortona3 durante i burrascosi eventi, che interessarono il basso Tortonese dall’estate 1799 al maggio 1800, quando il nostro territorio venne a trovarsi al centro della contesa tra l’esercito francese e gli alleati imperiali.

Nominato segretario della comunità di Serravalle da parte del gen. Sheneser, al momento dell’insediamento delle nuove municipalità (6 dicembre 1798), seguite all’instaurazione in Tortona del Governo provvisorio Repubblicano, il Grattarola aveva la propria abitazione nella parte settentrionale del paese, detta sobborgo4, subendo ripetutamente, a causa della sua militanza politica, il saccheggio sia da parte dei Francesi che degli alleati. Continua a leggere


Pubblicato in storia di novi con i tag il .