Archivio mensile:settembre 2016

RICORDO DEL GIORNALISTA CESARE VIAZZI

di FRANCESCO MELONE

La Società,periodico del Circondario di Novi Ligure, l’11 dicembre 1887 dava la notizia del decesso del Cav. Tito Giuseppe. Viazzi e porgeva le proprie condoglianze alla moglie, M. Teresa Ricci di Villalvernia. e al figlio Cesare. Il fascicolo di Carlo Tacchino, Il valore dei novesi nella Grande Guerra, riporta la fotografia dell’avv. tenente Carlo Alberto Viazzi, con le motivazioni delle medaglie conseguite, di bronzo e d’argento al Valor Militare. Panorama di Novi, nel numero del 3 agosto 2012, ha dato la notizia del decesso del giornalista Cesare Viazzi avvenuto 27 luglio, con un articolo del collega RAI Alberto Masoero e con un commosso ricordo del compagno di studi Pier Eligio Bertoli.

cesare viazzi 1

Cesare Viazzi (1857-1943). La madre Maria Teresa Ricci e la bambina Pernigotti ritratte  in un particolare del dipinto della chiesa di Bettole:”S.Anna insegna alla Figlia”

Continua a leggere


Pubblicato in Senza categoria il .

ROMAGNOLI A POZZOLO

di ITALO CAMMARATA

Chissà quanti dei nostri lettori, girando per le sale del Louvre, sono passati davanti a un enorme quadro (3 metri x 2) che ritrae un giovane cavaliere, montato su un destriero nero scalpitante e circondato da altri cavalieri armati di picche. Il pittore rinascimentale Paolo Uccello vi ha rappresentato l’episodio centrale della Battaglia di San Romano (1 giugno 1432)  cioè il “contrattacco di Micheletto da Cotignola” che fu decisivo per quella vittoria dei Fiorentini sui Senesi. Ma quel che nessuno ci racconta è che quel bellissimo cavaliere, 22 anni dopo quegli avvenimenti divenne il signore di Pozzolo Formigaro per concessione di suo cugino Francesco Sforza,nuovo Duca di Milano, e venne ad abitare con tutta la famiglia nel suo nuovo feudo e proprio in quel Castello che, pochi anni prima, il capitano Bartolomeo Colleoni al soldo dei Milanesi aveva fatto costruire per difendere il paese dalle minacce del Monferrato. Con l’aiuto di un centinaio di documenti, cerchiamo di ricostruire qui di seguito gli anni agitati che il capitano Micheletto Attendolo e i suoi discendenti vissero a Pozzolo fino alla fine del 1499. Continua a leggere


Pubblicato in Senza categoria il .

Lo sconosciuto “Maestro di Agneto”

di GIAN MICHELE MERLONI

L’esposizione, nel palazzo Spinola di Rocchetta, del trittico restaurato del pittore Giovanni Buratino, detto anche Maestro di Agneto, avvenuta dal 6 agosto all’11 settembre 2011, mi offre lo spunto per precisare meglio la biografia di questo pressoché sconosciuto e modesto artista provinciale, che ha operato in diverse località della collina tortonese (Fabbrica Curone, Vendersi, Podigliano, ecc.), lasciando testimonianza di un’arte popolare, ma sincera.

Ricordiamo innanzitutto che la famiglia Buratino o Barattini è originaria di S. Agata, di cui fu confeudataria, come ramo dei vicini signori di Podigliano; nel 1289 abbiamo memoria del più antico Baratinus conosciuto, figlio del q. magister Gandolfo. Continua a leggere


Pubblicato in Senza categoria il .